Giacomo Giori

Nasce il 30 aprile 1997 a Rovereto (TN) e studia presso il Liceo Artistico A. Vittoria di Trento. Attuale studente al biennio di pittura di Stefano Pizzi all’Accademia di Belle Arti di Brera, ha conseguito la laurea triennale nel 2020. Giori lavora sulla figura umana sfruttando la tecnica del collage mista ad interventi ad olio e acrilico per quanto riguarda i dipinti, mentre utilizza la cartapesta come materiale principale nella sua produzione scultorea. Protagonisti delle sue opere risultano essere lui e i suoi familiari, specie in età infantile, epoca questa da lui concepita come culla dei ricordi di ogni essere umano. Tramite la rimozione dei tratti fisionomici caratteristici di ogni soggetto originario e la descrizione di possibili momenti comuni all’infante, egli tenta di universalizzare il proprio ricordo al fine di provocare empatia nell’osservatore, emozione questa che diverrà presto nostalgia per un passato del quale ora ne rimangono solo le sagome e i ricordi.