Riccardo Garolla

Nasce a Tradate in provincia di Varese.
Conduce studi artistici e frequenta l’Accademia di Belle arti di Bologna e di Brera.
Selezionato per lavorare nella galleria OffBrera dal professore e critico d’arte Andrea Del Guercio, Riccardo Garolla prende parte a diverse mostre collettive – a Milano espone all’Accademia Contemporanea Gallery, a Palazzo Isimbardi, alla Bertolt Brecht Cultural Association; a Biella partecipa all’esposizione in occasione dell’UNIDEE presso la Fondazione Pistoletto – e ottiene in cessione uno studio nel quartiere Bovisa.
Nel 2015 partecipa al Viviani Prize (Milano), in occasione del 60esimo Anniversario di LAP di Nova Milanese, ricevendo una menzione d’onore; aderisce all’Affordable Art Fair (Milano) e ad A.R.T. VE (Chiesa di S. Andrea della Zirada, Venezia), nonché alle esposizioni di Sistema Bank e Hotlab Space (entrambe a Milano).
Sempre del 2015 è la sua personale, MONITO (Five Gallery).
Durante il 2016, oltre alle esposizioni collettive a Koln Artfair e ArtKarlsruhe
(Germania) con Five Gallery, scrive il progetto Oltre il primo disordine (Beyond the First Disarrey), su cui incentra la sua ricerca artistica durante la partecipazione alla Residenza Atelier A (Apricale).
Nel settembre 2017 espone con Five Gallery in occasione della fiera d’Arte Internazionale WOPart Lugano e dell’evento Gallery Night di Lugano – personale Carte e lettere tra emozioni e sentimenti, prototipo del ciclo di opere Di te, mi dimentico.
Infine, nel 2018 partecipa alle esposizioni Fo.Ga.Ra. presso la galleria CASA TURESE a Benevento, ArtKarlsruhe fair (Karlsruhe, Germania) Setup Artfair (Bologna) e la mostra Picasso Contemporaneo (Fivegallery, Lugano) ed espone Di te, mi dimentico, mostra personale a cura di Roberto Casiraghi.