Alice Zanetta

Nata a Clusone il 17 gennaio 1996, ha studiato presso il Liceo Camillo Golgi di Breno, indirizzo Scienze Umane. Attualmente frequento l’Accademia di belle arti di Brera con indirizzo pittura, prof Stefano Pizzi.

La mia ricerca artistica muove i primi passi seguendo il tema dell'acqua come fluido della vita che meglio si avvicina all'esistenza, sia come forma che come esperienza, l'incontrollabile scorrere della vita che segue percordi inaspettati ma che è ugualmente impossibile da rallentare o fermare. Successivamente l'acqua si colora e adotta forme più complesse, pluricellulari e si staglia un ricordo un paesaggio, un affetto. Sono memorie fluide ma dolci e sbiadite.
L'indagine poi si colora di tinte molto decise, vivide nel presente, che stridono, s'incontrano e si scontrano, sono immagini che ricordano contese e dissapori.
Infine l'acqua torna ad essere calma, accogliente ma non più eterea, diviene corporea, il fluido non è cristallino ma è vivo e ricco di sangue, l'organismo è diventato un feto in formazione, fatto di sangue e pelle bianca ma ugualmente perfetto.